14 Dicembre 2019
news

Canosa spento, lo Chaminade vince e vola in classifica

24-11-2019 16:08 - Stagione 2019/2020
Trasferta amara a Campobasso per la Playled Canosa, che, al Pala Selvapiana, cede il passo allo Chaminade
che raggiunge quota 20 punti in classifica e resta imbattuto in campionato, dove riposerà la prossima
settimana. Un Canosa opaco non riesce a fare punti contro la squadra molisana, subendo la seconda
sconfitta consecutiva fuori casa dopo quella di Giovinazzo; fa riflettere il cammino in trasferta della squadra
di D'Ambrosio, che è riuscita a imporsi in una sola occasione, racimolando 4 punti lontano da casa, a fronte
dei 9 in tre partite tra le mura domestiche.
E dire che la partenza canosina aveva fatto ben sperare: prima Jose David testa i riflessi di Wiegels, poi Rago
lo trafigge con un gran tiro da lontano. Nemmeno il tempo di esultare che Diviccaro deve raccogliere la
palla dalla sua porta, complice la sfortunata deviazione di Urio dopo un'azione di Cancio. Il portiere tedesco
si esibisce in un miracolo su Velasco e all'8' Vaino batte il portiere barlettano sfruttando una disattenzione
difensiva ospite, mentre al 18’ Gonzalez vince un rimpallo e sigla il 3-1 che manda la squadre al riposo. Uno
Chaminade più compatto e attento ha sfruttato al meglio le occasioni avute, al cospetto di una squadra
apparsa meno lucida.
Ripresa più vivace e, in un minuto segnano Caddeo su azione da calcio d’angolo ben servito da Pescolla, e
Patruno sorprende il portiere tedesco con un bel tiro che si infila nel sette. Pochi minuti più tardi Gonzalez
trova Vaino tutto solo sul secondo palo che insacca, emulato due minuti dopo da Urio su appoggio di
Velasco. Ci crede la Playled e Ferrante porta il risultato sul 5-4 quando mancano 4 minuti alla sirena: il
numero 3 sfrutta un'uscita maldestra di Wiegels e insacca a porta sguarnita. Al 18’ è però Cancio a chiudere
definitivamente il match, sfruttando alla grande un geniale colpo di tacco di Pescolla. Il rosso a Passarelli
arriva troppo tardi e il Canosa non riesce più a riprenderla: finisce 6-4.
Una brutta prestazione da parte degli ospiti, spenti e confusionari. L’organizzazione dei molisani ha
imbrigliato le trame offensive degli uomini di D'Ambrosio, che tornano a casa subendo ancora troppi gol. La
Playled Canosa fa infatti dell'attacco il suo punto di forza, mentre desta preoccupazione la fase difensiva,
che la rende la terza squadra più battuta del girone. Ora i rossoblu ricaricheranno le batterie in vista del
match casalingo contro il Futsal Capurso, seconda forza del campionato a +4 sul Canosa, che oggi ha vinto il
derby pugliese con il Molfetta, alla terza sconfitta consecutiva. Servirà tutt’altra squadra per battere la
squadra biancorossa, che ha recentemente tesserato il bomber Rotondo. Testa e cuore e… fattore casa.
Dove si è solo vinto e dove si deve tornare a vincere, perché la vetta si sta pian piano allontanando.
Ufficio stampa – Emanuele Palumbo


Fonte: Ufficio Stampa

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]