31 Marzo 2020
news

LA PLAYLED CANOSA NON SBAGLIA: OLYMPIQUE OSTUNI STESA PER 6-2

15-12-2019 15:25 - Stagione 2019/2020
Non sbaglia in casa la squadra rossoblu, primi gol per Di Risio e Ricco

Era una partita da vincere e così è stato. La Playled Canosa batte l'Olympique Ostuni per 6-2, risultato che
forse sta addirittura stretto ai padroni di casa, vista l'imponente mole di gioco avuta per tutto il match. Solo
un grande Caramia, portiere ospite, ha evitato un passivo ancor più severo per i salentini. Si chiude così il
girone d'andata, con i 3 punti conquistati tra le mura domestiche che portano la squadra ad essere l'attuale
quarta forza del gruppo G, a 4 punti dal duo di testa, composto da Futsal Capurso e Chaminade
Campobasso, e a 2 dal Giovinazzo.
Che non sarebbe stata una partita semplice si sapeva: la squadra di mister Basile era reduce infatti dalla
vittoria contro il Molfetta. D'Ambrosio schiera Tatonetti, Di Risio, Velasco, Urio e Patruno, dovendo ovviare
alla squalifica di Rago. I salentini preparano la partita con le loro armi: un'arcigna difesa della porta protetta
da un affidabilissimo Caramia e rapidi contropiede, sfruttando qualsiasi disattenzione avversaria. È proprio
così che gli ospiti passano in vantaggio, con Salamida che recupera palla su Di Risio e scocca il tiro, su cui
Tatonetti non è perfetto. È il Canosa a condurre la gara, ma sbatte continuamente contro il numero uno
avversario, bravo su Di Risio, Velasco, Patruno e Jose David. Il capitano rossoblu però, all'11' ristabilisce
l'equilibrio, recuperando palla e siglando il gol con un destro preciso. Equilibrio che dura poco, visto che un
minuto più tardi un tiro senza pretese del solito Salamida colpisce il numero 10 e spiazza un incolpevole
Tatonetti. Riparte l'arrembaggio del Canosa ma Caramia è mostruoso sui tiri a botta sicura di Vivaldo e
Patruno, prima di cadere su una bella combinazione tra Di Risio e Urio, che lo batte con un dolce cucchiaio
che si insacca. Al termine della prima frazione sono sfortunati invece il laterale abruzzese e Velasco: palo
per il primo, salvataggio sulla linea per il secondo. Il primo tempo si chiude sul 2-2.
Al rientro dagli spogliatoi è però monologo rossoblu, con un assedio continuo che porterà la squadra alla
vittoria. La palla circola più velocemente e al settimo il Canosa effettua il sorpasso da calcio d'angolo, con
Patruno che si stacca e conclude di prima intenzione da fuori area sull'appoggio di Velasco: il suo diagonale
è perfetto, il 3-2 è servito. Insiste la Playled, con l'Ostuni sempre più in difficoltà: al minuto 11 Di Risio
recupera palla e con un preciso rasoterra batte Caramia, segnando il primo gol con la nuova maglia.
L'Olympique non ha più nulla da difendere e inserisce il quinto di movimento, scoprendo però il fianco alle
incursioni dei padroni di casa, che tengono senza troppe difficoltà la partita in mano, dilagando nel finale.
Prima Velasco recupera un pallone a centrocampo e con un lob insacca a porta sguarnita, poi c'è gloria per
l'under Ricco che, appena entrato, riceve palla dal rinvio di Tatonetti e con un super colpo di tacco al volo
manda in visibilio il pubblico accorso al palazzetto, siglando il suo primo gol in prima squadra e dando il via
ai festeggiamenti. È finita, 6-2!
Si conclude quindi al meglio il girone d'andata, con una vittoria netta e meritata contro un avversario che,
seppur organizzato, ha dovuto capitolare sotto i continui attacchi rossoblu e con un passivo comunque
ridotto per merito di un Caramia provvidenziale più e più volte. Ora ci sarà un mese per ricaricare le
batterie e per preparare al meglio il girone di ritorno, per un campionato che ha ancora molto da dire. La
Playled Canosa si issa a quota 19 punti in classifica, quarta in solitaria e pronta a sognare anche qualcosa in
più.
Ufficio stampa – Emanuele Palumbo

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]